Luoghicomuni è un progetto di housing sociale promosso dal Programma Housing della Compagnia di San Paolo in collaborazione con l'Ufficio Pio

"Archi, Fiati e Corde" per cena

 Venerdì 11 dicembre alle 20
"Archi, Fiati e Corde" Musica da camera per pianoforte NON-solo.

Violino: Eleonora Minerva,
flauto: Cecilia Molinero,
flauto: Chiara Donnarumma,
pianoforte: Francesco De Giorgi.

Quello che accoglierà gli ospiti di Suoni Inusuali a cena, venerdì, sarà un clima salottiero e natalizio. Il repertorio cameristico scelto, per violino e pianoforte, per duo di flauti e pianoforte, e per pianoforte solo, tratto da autori vari, contribuirà infatti a creare un’atmosfera calda e raccolta. Il salotto nell’800 era considerato il luogo in cui scambiarsi idee, parole e musica, e così sarà pure per l’ultimo appuntamento con Suoni Inusuali per cena. In questo caso però oltre a condividere chiacchiere e musica, ci saranno anche le pietanze preparate dal ristorante Il Mercante.
I temi musicali, scelti tra tarantelle, valzer, rondò popolari, si mescoleranno a quelli più intimistici, creando, in vista dell’arrivo del Natale, un clima festivo e allo stesso tempo familiare e accogliente.

Il Mercante propone:

Antipasti: cozze alla marinara, insalata di polipo, gamberi con salsa rosa,
primo: tortiglioni speck zucchine e zafferano;
secondo: grigliata mista di pesce con verdure grigliate,
dolce: cestini di sfoglia alla crema con frutta di stagione
Vino acqua e caffè compresi
26€ menù fisso

Eleonora Minerva studia al biennio del Conservatorio di Torino. Cecilia Molinero e Chiara Donnarumma, frequentano l’ultimo anno del liceo musicale di Cuneo e presso il Conservatorio di Cuneo. Tutte e tre partecipano alle iniziative di salot/to/musica.

Francesco De Giorgi | pianoforte nato a Venezia nel 1982, ha cominciato lo studio del pianoforte all’età di cinque anni con la professoressa Kim Monica Wright, presso l’Accademia pianistica Little Piano School di Udine. Diplomatosi nel luglio del 2000 presso il conservatorio G. Tartini di Trieste con il massimo dei voti e la lode, ha seguito seminari e corsi di perfezionamento con i maestri Boris Petrushansky, Giorgio Lovato, Alexander Lonquich, Cristina Barbuti, Riccardo Risaliti, Piero Rattalino, Lya de Barberiis e Roberto Cappello. Ha partecipato, fin dai primi anni di studio, a numerosi concorsi nazionali e internazionali, ottenendo sempre ottimi risultati (I premio a Sestri Levante, Racconigi, Cortemilia, Livorno, Lastra a Signa, Trieste). Collabora regolarmente come pianista accompagnatore per i masterclass di Andrea Manco (primo fl auto del teatro La Scala di Milano), Domenico Orlando (primo oboe della Gewandhaus di Lipsia) e Enrico Baroni (primo clarinetto dell’orchestra della Rai di Torino). Nella stagione teatrale 2012/2013 è stato scelto come pianista di scena per le musiche dal vivo dello spettacolo teatrale “La serata a Colono”, prima rappresentazione assoluta dell’opera di Elsa Morante, con la regia di Mario Martone e le musiche originali del Maestro Nicola Piovani. Francesco De Giorgi è presidente dell’associazione salot/to/musica e collabora regolarmente con le iniziative di Luoghi Comuni.

 

Residenza Temporanea Luoghi Comuni Porta Palazzo
v. Priocca 3 Torino
011 0881 1806
portapalazzo@luoghicomuni.org
www.luoghicomuni.org/portapalazzo

Gallery

Eventi e attività

La nostra stagione di eventi

Da poco si è conclusa la stagione primaverile dei nostri eventi. In attesa di nuovi e interessanti appuntamenti autunnali vi lasciamo qualche immagine delle serate. Ringraziamo tutti quelli che ci hanno aiutato a realizzare

Eventi e attività

Porta Palazzo in Noir

Gli appuntamenti primaverili di Luoghi Comuni Porta Palazzo si concluderanno mercoledì 6 giugno alle 21 con l’appuntamento “Porta Palazzo in Noir”: il collettivo Torinoir ci svelerà, attraverso una scelta di letture, il lato

Eventi e attività

Appunti per un'Orestiade africana

Ultimi appuntamenti per il programma primaverile di Luoghi Comuni Porta Palazzo. Mercoledì 30 maggio alle 21 ospiteremo, in collaborazione con Seeyousound, la proiezione del documentario di Pasolini “Appunti per un’Orestiade